La Striscia del Giorno

La Striscia del Giorno
[senza parole]

venerdì 14 gennaio 2011

C'è poco da ridere...

martedì 11 gennaio 2011

Non posso esimermi...

Quelle che leggerete qui di seguito sono "note" regolarmente registrate in registri scolastici...

  • L'alunno C***** lancia dalla finestra del laboratorio di fisica, situato al secondo piano dell'istituto, un assorbente con le ali urlando ai compagni incuriositi "Vola colomba bianca vola".
  • L'alunno B**** D****** partecipando ad una strana competizione tra compagni sbatte continuamente la testa contro il muro nel tentativo di fermare con la fronte una monetina lasciata cadere radente il muro stesso dai compagni. Il rimbombo continuo provocato impedisce alle aule vicine il regolare svolgimento delle lezioni.
  • S***** C****** lascia l'aula prima dell'orario di uscita dopo aver fotografato la lavagna con il cellulare sostenendo che avrebbe riesaminato la lezione a casa sua.
  • L'alunno M. tenta di accecare S. con la corda della veneziana dopo aver constatato che la resistenza del cavo non è tale da consentire l'impiccagione di S.
  • L'alunno A. assente dall'aula dalle ore 12.03, rientra in classe alle ore 12.57 con un nuovo taglio di capelli.
  • La studentessa Muolo, ripetutamente stuzzicata da Savino e Terranova, risponde con un linguaggio degno delle più fumose taverne del porto di Genova
  • Gli alunni M.P. e D.A. dopo aver rubato diversi gessetti dalla lavagna di classe, simulano durante la lezione l'uso di sostanze stupefacenti tramite carte di credito e banconote arrotolate, tentando inoltre di vendere le sopracitate finte sostanze ai propri compagni. A mia insistente richiesta di smetterla vengo incitato a provare pure io per non avere così tanti pregiudizi.
  • La classe non mostra rispetto per l'illustre filosofo Pomponazzi e ne altera il nome in modo osceno.
  • L'alunno M. dopo la consegna del pagellino da far firmare ai genitori riconsegna il pagellino firmato 2 minuti dopo. Sospetto che la firma non sia autentica.
  • L'alunno G**** esce dall'armadio dopo 20 minuti dall'inizio della lezione di disegno intonando la canzone 'we wish you a merry christmas'.
  • L'alunno F****, chiamato per l'interrogazione, risponde chiedendomi insistentemente che macchina ho.
  • Gli alunni della 5c/inf Karim, Ceniccola, Passone, Spuntarelli, Petrongari, Benvenuti, Vandini, Saltarelli, Chiappini rinchiudono il proprio compagno Turri nell'armadietto di classe, e con tanto di monetine inserite nella fessura dello stesso incitavano il compagno a cantargli qualcosa a modo di JukeBox, al primo segno di rifiuto del compagno prendevano a calci e a pugni le pareti dell'armadio, girandolo con le ante verso il muro per ostruire l'uscita del compagno lamentandosi del malfunzionamento del dispositivo.
  • L'alunno xxx ha augurato la morte al professore.
  • Gli alunni Passuello, Pelanti e Piumatti scommettono euro 5 sulle prestazioni negative dell'alunno Manno.
  • Il crocefisso dell'aula è stato rovinato. Il Cristo ora ha disegnata la maglia della nazionale.
  • L'alunno X durante l'intervallo intrattiene dalla finestra dell'aula gli alunni dell'istituto imitando Benito Mussolini, munito di fez e camicia nera, presentando una dichiarazione di guerra all'istituto che sta dall'altra parte della strada.
  • Dopo aver fatto scena muta durante l'interrogazione di geografia astronomica Vxxxxx chiede di avvalersi dell'aiuto del pubblico.
  • L' alunno DL arrivando in classe in ritardo si giustifica dicendo di aver perso tempo a parcheggiare l'enterprise.
  • La classe mostra una indiscutibilmente coraggiosa omertà nei confronti dell'alunno che ha svuotato sul pavimento presso la cattedra una bottiglia di olio extravergine d'oliva Bertolli rinvenuta nel cestino dell'aula.
  • L'alunno M.G. al termine della ricreazione sale sul bancone adiacente la cattedra e dopo aver gridato: "Ondaaaa energeticaa" emise un rutto notevole che incitò la classe al delirio collettivo.
  • Facendo l'appello e notando l'assenza dell'alunno S...., mi viene detto dall'alunno C... di non preoccuparmi. Quest'ultimo estrae il portafoglio, lo apre, e simulando di parlare ad una terza persona urla " Scott : teletrasporto ! ". Con fragorosi effetti sonori fatti con la bocca, l'alunno S.... fuoriesce dall'armadio.
speriamo speriamo speriamo che siano vere...

Il traumatico ritorno al lavoro...