La Striscia del Giorno

La Striscia del Giorno
[senza parole]

venerdì 29 ottobre 2010

Grazie Elio...

lunedì 25 ottobre 2010

Il TG3 non esiste

giovedì 21 ottobre 2010

mercoledì 20 ottobre 2010

Asteroids made by Neave Games

Mario Vargas Llosa





Since 1901, there had been over a hundred winners of Nobel Prizes in literature — a literary who’s who that doesn’t include Tolstoy, Ibsen, Joyce, Proust, Nabokov, Luis Borges, Ezra Pound, Zola and Twain. Despite these sad omissions, the prize marches on, preferring traditional idealism over literacy audacity. Yet, this year’s winner of this prestigious honor — Mario Vargas Llosa — exemplified both of these values in his seminal works on culture and politics in Latin America.

Born in Peru, Vargas Llosa grew up during a tumultuous and violent time in his native country, and later used his formative experiences to write incisively about military, politics and society, not only in Peru but also in the wider Latin America. He preached the perils of utopia and extolled the virtues of resistance to tyranny in mind-bending novels that ranged from allegorical to investigative. By the early 1980s, he was perhaps the best-selling Latin American writer in the world. His aristocratic birth didn’t deter him from championing leftist causes in his writings, but it prevented the Peruvians from voting for him when he ran for President in 1990.

To me, however, Mr. Mario Vargas Llosa will always be known as the man who punched Gabriel García Márquez. They were once close friends, but had a violent falling out for some unknown reasons — something to do with Garcia Marquez’s close friendship with Vargas Llosa’s wife — in 1976. That year, in Mexico City, at the premiere for Supervivientes de los Andes (a movie about the Uruguayan rugby team that ate human flesh to survive after their plane crash) as García Márquez approached Mr. Vargas Llosa to embrace him, the Peruvian writer instead punched him in the face. García Márquez’s black eye was captured a few days later in the iconic photograph above by Rodrigo Moya. (Moya kept the photos to himself for thirty-one years, and published them only in 2007).

Accusations of betrayal, jealousy and adultery aside, this dramatic episode was also an ideological parting of the ways. Two writers have spoken to each other since the fight. García Márquez always supported Fidel Castro and the Cuban Revolution; Vargas Llosa broke decisively with Fidel, after the trial of the dissident poet Heberto Padilla in 1971. He slowly abandoned his leftist political leanings too by opening praising Margaret Thatcher and by running as a classical liberalist in his ill-fated presidential campaign. Some never quite forgive him for this betrayal, and for the decade, he has been a persona non grata — a figure so divisive for the Nobel Committee. Thus, yesterday’s award has not only been a culmination of a life devoted to literature but also a vindication of Vargas Llosa’s literary virtues.

ref.: http://iconicphotos.wordpress.com/ (un altro bellisimo blog)

lunedì 18 ottobre 2010

L'imbucatura definitiva


Visualizzazione ingrandita dell'imbucatura


Non gli bastavano le cene, i matrimoni, i buffet, i telegiornali... quelle erano solo comparsate! Voleva di più, voleva visibilità mondiale. E allora...

Imbucatoooooo

Ci troviamo davanti alla facoltà di Ingegneria di Bologna: notare la disinvoltura del soggetto di spalle, che già stava pregustando il successo.
Non v'è certezza che sia lui, ma il dubbio è ragionevole, e comunque montare un caso mediatico di questi tempi è sempre efficace. In ogni situazione sa come stupirci, e senza effetti speciali.

giovedì 14 ottobre 2010

Mi sento un po' sfigato a postarlo, ma non posso esimermi...

Le leggi di Murphy del Tetris.
Assioma del Rosso n. 1 : Un pezzo rosso non arriva mai.
Assioma del Rosso n. 2 : I pezzi rossi arrivano sempre tutti insieme.
Postulato del clone : I cloni di Tetris sono brutti.
Prima legge del metodo: Ogni giocatore di Tetris conosce un metodo infallibile.
Seconda legge del metodo: La Prima legge del metodo si applica esclusivamente quando il giocatore è un altro.
Terza legge del metodo: Date due persone, il metodo di quella che non sta giocando è sempre migliore di quello della persona che sta giocando.
Postulato dell'interruzione: Le partite migliori devono essere interrotte a meno di 100 punti dal record.
Teorema della simmetria: I pezzi sono sempre simmetrici rispetto alle esigenze del momento.
Legge del Blu n. 1 : I blu vengono sempre tutti insieme.
Legge del Blu n. 2 : I blu non si sa mai dove metterli.
Legge del Blu n. 3 : I blu non servono a niente (anzi rompono i coglioni).
Legge del numero di partite: Sia n il numero di partite che si intende giocare: 1) esiste sempre n+1; 2) in un qualsiasi istante t si sta giocando la partita n.
Postulato filosofico: Il Tetris è una metafora della vita: le cose giuste arrivano sempre al momento sbagliato.
Legge spaziale : Quando lasci uno spazio per mettere il rosso in piedi preparati a vedere solo quadrati blu.
Legge delle leggi. Le leggi di Murphy del Tetris ne costituiscono il regolamento.
Principio dell'esultanza temporanea: Mettere un pezzo nella posizione ottimale si rivelerà una scelta catastrofica per il pezzo successivo.
Assioma del buco: Gli azzurri e i verdi vengono sempre per primi, così si incomicia con un buco nella prima riga.
Dogma della giusta punizione: Quando ti vanti con i tuoi amici di essere un fenomeno, proprio in quel momento ti manda giù una sequela di pezzi che non servono a nulla facendoti crepare al quarto livello.
Legge dell'assoluta perfezione: Quando il pezzo che aspettavi da sempre finalmente arriva, sbagli a incastrarlo.
Legge del pezzo precedente: Il pezzo che ti serviva viene sempre dopo il pezzo che hai messo al suo posto.
Paradosso del record: Quando sarà abbastanza che giocate e sarete in procinto di mettere un record, inevitabilmente: a) squillerà il telefono; b) succederà qualcosa ai vostri familiari; c) salterà la corrente.
Legge del tappo: L'unico metodo infallibile per far scendere un pezzo rosso è tappare il buco che da tempo lo doveva accogliere.
Assioma del buco 2 : Anche il secondo pezzo è azzurro o verde, così i buchi iniziali sono due.
Assioma alfabetico : Le "Z" e le "S" quando cominciano non finiscono più.

mercoledì 6 ottobre 2010

Nobel prize for physics

Geim is regarded as a playful and highly creative physicist who once published a scientific paper that was co-authored by his pet hamster, Tisha. In other work, he proved that it was possible to levitate frogs using magnetic fields.

eccolo:

Detection of earth rotation with a diamagnetically levitating gyroscope
A. K. Geim, and H. A. M. S. ter Tisha.